Identificazione di zone dell'eredità naturale e culturale che saranno incluse negli itinerari turistici del Carso transfrontaliero

Il Carso classico è una zona ricca di fenomeni naturali, costituiti principalmente dal carsismo, e con un'eredità culturale di interesse internazionale.Nel territorio sono presenti numerose zone di conservazione della natura (Natura 2000, UNESCO, zone di protezione e zone di interesse ecologico, valori naturali) con una grande varietà di habitat (grotte, pareti rocciose, superfici prative, distese di ginepro, leccio, patrimonio forestale, …) e habitat di specie di uccelli, pipistrelli, farfalle, coleotteri, anfibi, ecc. che l'Europa ritiene a rischio di estinzione. Nel territorio in questione risulta molto importante il corridoio di migrazione del grifone. Le specie sopra elencate popolano anche il paesaggio culturale dei vigneti.

La grande diversità naturale e dell'eredità culturale del Carso rappresenta il punto di partenza e il potenziale per una vasta offerta di servizi turistici (visite nelle zone di conservazione della natura, dei monumenti storici e culturali, visite alle aziende agricole e alle osmize, eventi e manifestazioni varie). Inoltre rappresentano un'opportunità per implementare attività varie (escursionismo, ciclismo, equitazione, speleologia, caccia, ...). Uno dei vantaggi del Carso, in quanto destinazione, sono le brevi distanze e i buoni collegamenti con le maggiori città dell'entroterra (Capodistria/Koper, Trieste/Trst, Lubiana/Ljubljana, Udine/Videm, ecc.). Anche il fatto di poter usufruire dei servizi e svolgere più attività in un giorno solo, non solo nella bella stagione ma anche d'inverno, rappresenta un'importante opportunità. Infatti il Carso non è conosciuto come destinazione turistica per vacanze lunghe e la maggior parte dei visitatori rimane per non più di 3. Per questo motivo è importante proporre itinerari vari che uniscano i monumenti più popolari con attività o servizi poco conosciuti.

Nell'ambito del progetto AGROTUR II saranno identificate le zone di conservazione e gli elementi dell'eredità naturale che potranno essere inclusi tra i nuovi itinerari e i sentieri tematici. Saranno presi in considerazione gli obiettivi di tutela dell'eredità e si preparerà una proposta da presentare agli uffici competenti per individuare tali zone, dando la possibilità di sviluppare l'eredità e garantirne allo stesso tempo la tutela e la conservazione.