"MARE E VITOVSKA IN MORJE 2018" ANCHE NEL CONTESTO DELLE RICERCHE SVOLTE NELL'AMBITO DEI PROGETTI AGROTUR E AGROTUR II

There is no translation available.

Per la dodicesima volta, i viticoltori del Carso transfrontaliero si sono presentati agli amanti del vino all’evento Mare e Vitovska 2018, che si è svolto presso il Castello di Duino il 15 e 16 giugno 2018. Gli organizzatori hanno dimostrato anche quest'anno che il Carso non è solo un'area di confine, ma anche uno spazio per la coesistenza della comunità italiana e slovena, integrata su tutti i livelli: linguistica, culturale, economica, anche nell’ambito della produzione del vino.

Alla manifestazione hanno partecipato 30 viticoltori (con le annate dal 2015 al 2017). L'evento è stato aperto con una conferenza intitolata “Il Carso e la Vitovska – Storia e tradizione per comprendere il presente e guardare al futuro” i cui relatori erano Matej Škerlj, Presidente dell’Associazione Viticoltori del Carso, Daniele Cernilli, giornalista enogastonomico, Davide Rampello, docente al Politecnico di Milano, Fulvio Colombo, ricercatore e storico e la prof.ssa Sabina Passamonti, ricercatrice dell’Università di Trieste.

La prof.ssa Passamonti ha presentato all’ampio pubblico gli effetti positivi del moderato consumo di vino sulla salute umana. I risultati derivano dalle ricerche svolte nell'ambito del progetto AGROTUR, che oggi continuano nel programma transfrontaliero Interreg V-A Italia-Slovenia come parte del progetto AGROTUR II.